29 giugno 2010

Marmellata di albicocche



Qualche giorno fa mio padre ha portato a casa un bel po’ di albicocche prese nella terra del suo amico!...erano buonissime e ne abbiamo mangiate tante!
Con quelle che rimanevano ho deciso di fare una marmellata e mi é venuto in mente che qualche tempo fa sul blog Sapori di pane e cioccolato della bravissima Nitte avevo visto un’ interessante ricetta di una confettura di albicocche alla vaniglia, senza la pectina.
L’unica cosa è che l’altro ieri, quando ho cominciato a farla, mi sono accorta che in casa non avevamo le stecche di vaniglia ma non mi son persa d’animo e ho deciso di farla lo stesso: ho seguito quella ricetta senza metterci però la vaniglia e il cognac e sono rimasta comunque molto soddisfatta.
Ma ho intenzione di comprare la vaniglia e, appena papà porta altre albicocche, di provare la ricetta originale di Nitte che mi ispira tantissimo!!!

Nitte ha usato 750 g di albicocche, 350 g di zucchero, 3 stecche di vaniglia e 1 bicchierino di cognac. Io ho invece utilizzato 1 kg di albicocche quindi vi scrivo le mie dosi.

Ingredienti:
• 1 kg di albicocche
• 470 g di zucchero (o poco di più)
• 1 bustina di vanillina

Preparazione:
Lavare le albicocche, asciugarle, dividerle in due e snocciolarle. Tagliare le metà albicocche in pezzi più piccoli.
Mettere le albicocche in una pentola e cuocerle a fuoco dolce finché la polpa si ammorbidisce.
Aggiungere poi la bustina di vanillina e lo zucchero e mescolare bene. Continuare la cottura a fuoco dolce fino al bollore, dopodiché alzare la fiamma e, sempre mescolando, cuocere fino a farla addensare. Io l’ho cotta per circa 30 minuti.
Raggiunta la giusta consistenza spegnere il fuoco ed eliminare l’eventuale schiuma formatasi mescolando ancora un po’.
Versare la marmellata bollente nei vasetti precedentemente riscaldati (per evitare che lo sbalzo di temperatura li faccia rompere), chiudere bene il coperchio e capovolgerli per una decina di minuti.






A presto…Vanessa

27 giugno 2010

Biscotti bicolore



Questi biscotti sono fra i miei preferiti!!!...occorrono pochi ingredienti per farli ma si ottengono dei biscotti buonissimi, “burrosi” come piacciono a me…e poi si sciolgono in bocca!!!!
Provateli e, vi assicuro, ve ne innamorerete anche voi!!!...ecco la ricetta…

Ingredienti:
• 180 g di farina
• 180 g di burro
• 70 g di zucchero
• 1 uovo
• 1 cucchiaio di lievito vanigliato
• un pizzico di sale
• 2 cucchiai di cacao amaro

Preparazione:
Fare ammorbidire il burro e lavorarlo a lungo con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una crema soffice.



Incorporare poco alla volta lo zucchero e poi aggiungere l’uovo.



Unire la farina mescolata a un pizzico di sale e al lievito. Mescolare bene.



Dividere il composto in due parti e ad una di queste aggiungere il cacao e mescolare bene.



Con una sac à poche formate i biscotti su una teglia con carta forno: disporre la parte chiara, dandogli la forma di tanti semicerchi, e poi, a fianco, quella al cacao allo stesso modo; premere i punti di unione dei due impasti in ciascun biscotto in modo che le due parti non si separino.



Cuocere i biscotti in forno preriscaldato a 160°-180° per 15-20 minuti (o comunque finché la parte più chiara non sarà dorata).





Con questa ricetta partecipo alla raccolta PASSIONE AL CIOCCOLATO del blog “Dolcemente Neve”.



Vanessa

23 giugno 2010

Risotto con pere e stracchino



La ricetta di questo buonissimo risotto mi è stata data da una cara amica di famiglia.
È un primo piatto davvero gustoso…adoro il contrasto tra il gusto delle pere e quello del formaggio, per non parlare del gusto che gli da la salvia!!!...eccezionale!...provatelo!

Ingredienti per 4 persone:
• 320 g di riso per risotti
• 2 pere
• 200 g di stracchino
• 10 foglie di salvia
• 1 bicchierino di marsala secco
• brodo vegetale
• cipolla
• olio e.v.o.
• burro

Preparazione:
Sbucciare le 2 pere; tagliarne una a cubetti e soffriggerla con olio e cipolla.
Aggiungere il riso, farlo tostare e iniziare a cuocerlo aggiungendo, ogni volta che si asciuga, il brodo.
Nel frattempo tagliare l’altra pera a fettine e rosolarla con le foglie di salvia nel burro. Versare il marsala, alzare poco la fiamma e lasciare sfumare, dopodiché spegnere il fuoco.
Quando il riso sarà cotto aggiungere lo stracchino e le pere, mescolare bene e servire.





Con questa ricetta partecipo al contest di "Le ricette di Elisina" DITE CHEESE.



A presto...Vanessa

21 giugno 2010

Peperoni con capperi e acciughe



Questo buonissimo contorno mi è stato insegnato da mia madre ed è un veloce e ottimo modo per preparare i peperoni che sono uno dei miei ortaggi preferiti.
Non vi scrivo le dosi precise perché va molto a gusti.

Ingredienti per 4 o 5 persone:
• 1 kg e mezzo circa di peperoni gialli e rossi
• acciughe sott’olio
• capperi
• 1 grosso spicchio d’aglio (se piccoli anche 2)
• origano
olio e.v.o.
sale

Preparazione:
Lavare e tagliare i peperoni a metà. Eliminare la parte bianca ed i semi e poi tagliare per la lunghezza a listarelle non troppo sottili. Tagliare a metà le listarelle ottenute e metterle in una padella.
Aggiungere poi a piacere le acciughe, i capperi, gli spicchi d’aglio tagliati a metà, l’origano, l’olio e infine il sale (ma fare attenzione a non metterne troppo perché le acciughe e i capperi son già molto salati!!!) e cuocere inizialmente con il coperchio e poi senza, mescolando ogni tanto per non farli attaccare alla padella, finché i peperoni non saranno cotti.
Servire freddi.




Vanessa

19 giugno 2010

Torta allo yogurt con crema al cocco



Questa è la torta che ho fatto per mia madre per la festa della mamma. Si, lo so che sono un po’ in ritardo per postare la torta che ho fatto in quell’occasione essendo che ormai è passato più di un mese!!!...ma ho voluto aspettare a postarla perché prima preferivo postare le ricette separate della torta allo yogurt, della crema al cocco e delle meringhe.

Per realizzare la torta ho utilizzato:
• la mia torta allo yogurt
• la mia crema al cocco
• panna da montare
• le mie meringhe a cui ho dato la forma di dischetti
• cioccolata sciolta a bagnomaria per la scritta


Ho tagliato a metà la torta e l’ho farcita con la crema. Dopodiché ho ricomposto la torta e montato la panna: ne ho utilizzata un po’ per stenderla sulla superficie della torta e con il resto ho riempito una sac à poche e ho fatto delle decorazioni ai lati.
Ho guarnito con le meringhe a dischetti e ho fatto la scritta con la cioccolata sciolta.




Era buonissima e la mia mamma era davvero molto contenta!!!

Ecco una fettina!




Con questa ricetta partecipo al contest TORTA DI COMPLEANNO del blog “La casetta di cioccolato”. (anche se in realtà era per la festa della mamma e non per un compleanno!!!)



A presto, Vanessa

17 giugno 2010

Meringhe



Ho sempre saputo che per fare le meringhe bisogna utilizzare 100 g di zucchero per ogni albume e che i due ingredienti vanno montati assieme dall’inizio. Per questo le ho sempre fatte in questo modo, e devo dire che vengono bene.
Qualche tempo fa, però, sul bellissimo blog Menta e Cioccolato ho visto un post sulla preparazione delle meringhe, con una spiegazione chiarissima nei minimi dettagli.
Ho scoperto che la quantità dello zucchero deve essere il doppio del peso degli albumi, che , per avere delle meringhe più leggere, bisogna montare gli albumi con metà zucchero e poi aggiungere l’altra metà solamente alla fine e A MANO, e che durante la cottura il forno deve rimanere leggermente aperto, con una presina nello sportello.
Così ho deciso di provare a farle così e sono rimasta davvero contenta (forse solo esteticamente non sono venute proprio il massimo!!!...è che ho comprato una nuova sac à poche, perché la mia si era bucata, e la bocchetta a stella è un po’ troppo larga x i miei gusti)
Vi lascio comunque sia la mia ricetta che quella fatta seguendo i consigli di Morena di Menta e Cioccolato che ringrazio tantissimo per l’ottima spiegazione e per avermi insegnato, con il suo post, questi particolari per una migliore riuscita delle meringhe!!!

Questa è la mia ricetta:
Ingredienti:
• 2 albumi
• 200 g di zucchero (per cui 100 g di zucchero per ogni albume)
Preparazione:
Montare benissimo in una ciotola gli albumi con lo zucchero fino ad ottenere un composto liscio e compatto.
Riempire una sac à poche, con bocchetta a stella, con il composto e formare le meringhe su una teglia coperta con carta forno.
Cuocere in forno a 100° per più di un’ora, o comunque finché, assaggiandone una l’interno risulterà ben secco. Una volta pronte lasciarle nel forno. Quando si saranno raffreddate spolverizzare con cacao dolce o decorare con del cioccolato sciolto a bagnomaria.

Questa invece è la versione seguendo i consigli di Morena:
Avevo 2 albumi; li ho pesati e il loro peso era di 67 grammi. Quindi ho utilizzato il doppio dello zucchero, cioè 134 grammi (67+67).
Passiamo alla preparazione…Montare gli albumi; quando iniziano a sbiancare leggermente unire un cucchiaio di zucchero e continuare a montare. Quando il composto comincia ad aumentare di volume unire a cucchiaiate il resto della metà di zucchero e qualche goccia di limone.
Montare fino ad ottenere un composto liscio, lucido e ben montato. Dopodiché aggiungere delicatamente con un cucchiaio l’altra metà di zucchero.




Riempire una sac à poche, con bocchetta a stella, con il composto e formare le meringhe su una teglia coperta con carta forno.



Per ottenere delle meringhe bianche infornare a 190° per circa 2 ore, oppure 30 minuti a 120° più altri 60 minuti a 90° (io ho fatto così), con una presina o un cucchiaio nello sportello del forno. Trascorso il tempo assicurarsi che l’interno delle meringhe sia ben secco, altrimenti continuare la cottura.
Una volta cotte lasciarle nel forno fino a raffreddamento, poi toglierle perché assorbono in fretta l'umidità che le circonda.




...eccole...



Vanessa

16 giugno 2010

Crema al cocco



Questa crema al cocco è molto buona e leggera poiché la ricetta non richiede l’utilizzo di panna o di un numero eccessivo di uova.
È ideale per farcire torte, crostate, bignè…ma anche da mangiare da sola, in una coppa, come dolce al cucchiaio, per esempio con biscotti, amaretti, savoiardi ecc…

Ingredienti:
• 500 ml di latte
• 50-60 g di farina di cocco
• 2 tuorli
• 4 cucchiai di zucchero
• 2 cucchiai e mezzo di fecola di patate
• 1 bustina di vanillina

Preparazione:
Scaldare il latte con la farina di cocco.
In una pentola sbattere i tuorli con lo zucchero, unire poi la fecola di patate e la vanillina e amalgamare bene il tutto.
Filtrare il latte e versarlo poco alla volta nella pentola, mescolando.
Porre sul fuoco: cuocere a fuoco basso, mescolando in continuazione, finché la crema non sarà densa. Spegnere il fuoco e continuare a mescolare ancora fino a raffreddamento per evitare che si formi una patina sulla superficie.




Buonissima!!!...A presto! Vanessa

14 giugno 2010

Torta salata panna, patate e prosciutto



Oggi vi propongo una torta salata molto gustosa, con pasta sfoglia e a base di panna, patate e prosciutto!...ottima!!!!
Le torte salate sono una delle cose che più mi piace preparare (ovviamente dopo i dolci!!!!); questa ricetta l’ho presa su un libro interessantissimo, interamente dedicato alle torte salate!!!

Ingredienti:
• 1 rotolo di pasta sfoglia
• 100 g di prosciutto cotto in una sola fetta
• 2 patate
• 4 uova
• 250 ml di panna da cucina
• olio e.v.o.
• sale e pepe

Preparazione:
Tagliare il prosciutto a cubetti, sbucciare le patate e tagliarle a fettine sottilissime.
Mettere la pasta sfoglia in una teglia e punzecchiarla con una forchetta. Distribuire sul fondo le fettine di patate e il prosciutto a cubetti e condire con olio e sale.
In una ciotola sbattere la panna assieme alle uova con un pizzico di sale e pepe, quindi versare nella teglia, ripiegare i bordi della pasta all’interno in modo da formare un bordo non troppo spesso e punzecchiare con la forchetta.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti circa (regolatevi però con il vostro forno).
Servire tiepida o fredda.




Con questa ricetta partecipo alla raccolta TORTA SALATA…I LOVE YOU! del blog “Cucina Deliziosa”.



Vanessa

12 giugno 2010

Petto di pollo latte e vino



La ricetta di oggi è un secondo piatto di carne che preparo spesso perché a casa è molto gradito e poi la sua preparazione non richiede molto tempo: si tratta di fettine di petto di pollo con un gustosissimo sughetto di latte e vino.

Ingredienti:
• fettine di petto di pollo
• cipolla
• burro o olio
• farina
• vino bianco
• sale e pepe
• latte

Preparazione:
Sbucciare, tritare la cipolla e farla rosolare in una padella con del burro o con dell’olio (io uso un po’di olio e un po’di burro).
Nel frattempo passare le fettine di petto di pollo nella farina; metterle nella padella e farle dorare rigirandole di continuo.
Bagnare le fettine con del vino bianco, quindi alzare la fiamma e lasciar sfumare.
Condire con sale e pepe, abbassare la fiamma e coprire le fettine a filo con il latte. Lasciar cuocere per 15 minuti circa finché non si sarà formato un sughetto cremoso.
Spegnere il fuoco, coprire con un coperchio e lasciar riposare qualche minuto prima di servire.






Vi assicuro che è davvero ottimo!!!!A presto,Vanessa

10 giugno 2010

Torta allo yogurt



Quella che vi propongo oggi è una buonissima torta allo yogurt, morbidissima e ottima da mangiare semplicemente a colazione o da farcire con qualsiasi crema!
Le dosi sono in vasetti di yogurt.

Ingredienti:
• 3 vasetti di farina
• 2 vasetti di zucchero
• 3 uova
• 1 vasetto di yogurt bianco(o anche 1 e mezzo)
• 1 vasetto di olio di semi
• 1 bustina di lievito

Preparazione:
In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere poi, sempre sbattendo, lo yogurt, l’olio, la farina e la bustina di lievito. Mescolare bene.
Versare il composto in una teglia imburrata ed infarinata e cuocere in forno preriscaldato a 160° per 30-35 minuti (temperatura e tempo sono indicative, regolatevi con il vostro forno). Fare la prova dello stecchino per verificare la cottura.




A presto, Vanessa!

8 giugno 2010

Tzatziki



Come avrete modo di capire continuando a seguire il mio blog, ho una grandissima passione per il mare della Grecia e per la sua cucina.
L’estate scorsa sono andata in vacanza ad Alonissos, una piccola isola greca nel Mar Egeo che fa parte dell’arcipelago delle Sporadi Settentrionali. Per 2 settimane ho fatto una scorpacciata dei principali piatti tipici della Grecia: insalata greca, souvlaki (gli spiedini di carne,pollo,agnello ecc…), mousakà (sformato di melanzane, patate, carne macinata e besciamella), tiropita (focaccia con feta), spanakotiropita (focaccia con feta e spinaci), tzatziki, taramosalata, pastitsio, baklavas, lukumades, kataïfi…..(ve ne potrei citare ancora tantissimi…sono tornata che pesavo 2 chili di più!!!!)
Dopo questa vacanza ho deciso di cimentarmi nella preparazione dei piatti che più mi sono piaciuti, e come prima ricetta ho deciso di postare la tzatziki, la tipica salsa a base di yogurt greco, cetrioli e aglio che si consuma come antipasto (mezè) con fette di pane pitta, accompagnata dall’ouzo (il tipico liquore greco prodotto a partire dall’anice che si beve allungato con l’acqua), o assieme alla carne, al pesce e alle verdure.
Ecco la ricetta…

Ingredienti per 4 persone:
• 1 cetriolo
• 300 ml di yogurt greco
• 1 spicchio d’aglio pestato
• 1 cucchiaio di aneto tritato
• sale e pepe

Preparazione:
Pelare il cetriolo, grattugiarlo grossolanamente, metterlo in un colino e schiacciarlo in modo che rilasci quanta più acqua possibile.
Trasferirlo in una ciotolina da portata e aggiungere lo yogurt, l’aglio pestato e l’aneto tritato. Insaporire con sale e pepe e mescolare bene per amalgamare il tutto.
Tenere la salsa in frigorifero per circa 2 ore prima di servire.
Al momento di portarla in tavola, aggiungere un pizzico di sale (se necessario), mescolare e servire con pane pitta tiepido o accompagnarla a carne grigliata, pesce, verdure bollite ecc…

Io ho guarnito con 3 fette di cetriolo e l’ho servita come antipasto con dei buonissimi crostini all’aglio!...ottima!!!




Ed ora vi saluto lasciandovi con una foto della splendida spiaggia di Agios Dimitrios ad Alonissos scattata quest’estate!...uno spettacolo!



Vanessa

4 giugno 2010

Pasta frolla



Oggi posto la ricetta della mia pasta frolla. È uno degli impasti base dolci che preferisco!!!forse perché adoro il gusto del burro!
La uso spesso per fare delle crostate, semplici biscotti, aggiungendo per esempio delle gocce di cioccolata, e cornettini per la colazione, farciti con marmellata ma soprattutto con la nutella!!!!!
Passiamo alla ricetta…

Ingredienti:
• 500 g di farina
• 200 g di zucchero
• 200 g di burro
• 3 uova
• 1 bustina di vanillina o la scorza grattata di 1 limone


Preparazione:
Mischiare la farina e lo zucchero e disporli su una tavola di legno a fontana.




Ridurre a pezzetti il burro (tenuto fuori dal frigorifero almeno 10 minuti prima di iniziare a fare la pasta frolla) e unirlo alla farina e allo zucchero.



Cominciare a impastare un po’, dopodiché aggiungere la vanillina (o la scorza grattata di 1 limone) e le uova.



Impastare bene fino ad ottenere un panetto liscio.



A questo punto avvolgere il panetto nella pellicola da cucina e tenerlo in frigo almeno mezz’ora prima di utilizzarlo.
Con questa dose si ottengono 2 crostate di media dimensione (o forse una media e una piccola), per cui molte volte divido il panetto in 2 e ne congelo uno per averlo pronto per una prossima crostata.




A presto, Vanessa!

2 giugno 2010

Penne tonno e pangrattato



Quello che vi propongo oggi è un primo piatto semplice e veloce da fare, ideale, per esempio, quando avete improvvisi ospiti a cena.
Credo che sia uno dei primi primi piatti (scusate il gioco di parole!!!) che ho imparato a fare ma che continuo a preparare perché riscuote sempre un grande successo quando lo porto in tavola!
Le dosi non sono precise, di solito vado ad occhio. Regolatevi voi a seconda dei vostri gusti.

Ingredienti per 4 persone:
• 320 g di penne
• 3 o 4 scatolette di tonno sott’olio
• cipolla
• prezzemolo
• vino bianco
• qualche cucchiaio di pangrattato

Preparazione:
Cuocere le penne in acqua salata.
Nel frattempo far soffriggere in una padella la cipolla e il prezzemolo tritati con l’olio.
Aggiungere il tonno (meglio se sgocciolato) e lasciare insaporire. Versare il vino bianco, far sfumare e spegnere il fuoco.
In un pentolino fare abbrustolire qualche cucchiaio di pangrattato.
Quando la pasta sarà pronta, scolarla nella padella con il tonno. Farla saltare, distribuirla nei piatti e servirla cospargendola con il pangrattato.




Vi assicuro che nonostante la sua semplicità è davvero ottima!
Vanessa